quaderni di usabilità TILS: Scuola Superiore Guglielmo Reiss Romoli

appuntamenti, strumenti di lavoro, personaggi, la rassegna stampa strumenti per approfondire gli argomenti scambia le tue idee ricerche bibliografiche, commenti e suggerimenti, libro degli ospiti consulta i quaderni

vai all'indice del quaderno n° 2

Panoramica dello stato dell’arte sull'usabilità
Valutazione*

Le valutazioni di usabilità si distinguono in valutazioni analitiche e valutazioni empiriche.

Le valutazioni analitiche si propongono di prevedere il tipo di problemi che gli utenti potranno incontrare utilizzando un sistema senza coinvolgerli direttamente. Queste previsioni possono essere fatte utilizzando delle tecniche psicologiche di modellizzazione come l'analisi "keystroke" o utilizzando esperti che analizzano il progetto cercando di prevedere i problemi che utenti tipici del sistema incontreranno. Queste tecniche richiedono almeno una specifica, un mock-up o un prototipo su cui effettuare la valutazione.

Le principali tecniche di valutazione analitica sono le seguenti:

Il cognitive walkthrough
L'analisi "keystroke level"
Le linee guida (guide lines) e le check list
Le tecniche di prototyping
Le simulazioni d’uso

Le valutazioni empiriche hanno come caratteristica comune il coinvolgimento degli utenti nel processo di valutazione e richiedono tutte una qualche forma di osservazione del modo in cui gli utenti interagiscono con un prodotto o un prototipo.

Le principali tecniche di valutazione empirica sono le seguenti:

L'osservazione
Le interviste e i questionari
Gli esperimenti e i test di usabilità
La valutazione interpretativa
*Questo paragrafo è stato scritto in collaborazione con Tiziana Gobbato