quaderni di usabilità TILS: Scuola Superiore Guglielmo Reiss Romoli

appuntamenti, strumenti di lavoro, personaggi, la rassegna stampa strumenti per approfondire gli argomenti scambia le tue idee ricerche bibliografiche, commenti e suggerimenti, libro degli ospiti consulta i quaderni

vai all'indice del quaderno n° 2

Panoramica dello stato dell’arte sull'usabilità
I benefici delle valutazioni di usabilità

Harrison, Henneman e Blatt (1994) hanno fornito un lungo elenco di studi da cui emergono i principali benefici ottenibili dall’uso delle tecniche di valutazione dell’usabilità. Gli autori hanno raggruppato i benefici in tre categorie principali: vantaggi per l'utente finale, vantaggi per l'organizzazione, vantaggi in termini di mercato.

In particolare:

I principali vantaggi per gli utenti finali sono i seguenti:

- riduzione del tempo necessario per la formazione;

- riduzione del tempo speso per richiedere supporto ed assistenza;

- riduzione nel tempo speso a consultare manuali di uso del sistema;

- riduzione nel numero degli errori commessi;

- maggiore facilità nel rimediare agli errori commessi;

- miglior adattamento del prodotto alle necessità dell'utente;

- maggior facilità nell'imparare ad usare il prodotto per svolgere nuovi compiti lavorativi;

- miglioramento nell'efficacia complessiva del lavoro svolto;

- minor fatica e stress;

- aumento nella soddisfazione nel lavoro;

- miglioramento nella qualità complessiva del lavoro;

- miglioramento della produttività;

- maggiore autonomia e crescita professionale.

I principali vantaggi per l'organizzazione sono invece i seguenti:

- diminuzione nel costo della formazione;

- diminuzione nel costo del supporto agli utenti;

- diminuzione nel costo di manutenzione del sistema;

- diminuzione nel tasso di errore complessivo;

- miglioramento nella qualità del lavoro svolto dagli impiegati;

- aumento del morale degli impiegati;

- riduzione delle spese per acquisire know how esterno all'azienda;

- diminuzione dell'assenteismo;

- miglioramento nel ROI sull'investimento in tecnologie;

- aumento del tempo di lavoro complessivo;

- miglioramento nell'efficacia degli impiegati;

- aumento di produttività.

I principali vantaggi per i clienti e per il mercato sono invece i seguenti:

- riduzione nel tempo di sviluppo dei prodotti e nei costi complessivi;

- semplificazione nei manuali per i clienti;

- miglioramento nella qualità complessiva dei prodotti;

- miglioramento nella soddisfazione dei clienti;

- diminuzione nei costi di assistenza ai clienti;

- diminuzione nei costi di manutenzione;

- miglioramento delle vendite dovute a prodotti che incontrano meglio le necessità dei clienti;

- miglioramento nella quota di mercato complessiva;

- miglioramento nel volume delle vendite e nei profitti.